Quando potare la siepe di lauro?

Se stai esplorando questo articolo, è possibile che nel tuo giardino ci sia una lussureggiante siepe di lauroceraso o che, lavorando nella cura del verde, tu debba spesso prendertene cura.

Il lauroceraso (Prunus laurocerasus) è un arbusto perenne estremamente versatile (resiste anche all’inquinamento), da non confondere con il lauro o alloro, nonostante la somiglianza nel nome. Molto popolare come siepe decorativa, è ideale per essere modellata come una “siepe strutturata”, ovvero con un design specifico e geometrico.

Ma come si dovrebbe potare il lauroceraso in modo corretto? Vediamolo insieme.

Quando potare il lauroceraso

Con le sue foglie brillanti e spesse di colore verde intenso, il lauroceraso ha una crescita veloce e robusta, rendendolo incline a perdere la sua forma, specialmente se potato nel momento meno opportuno dell’anno.

Potare il lauroceraso durante l’inverno comporterà una reazione della pianta in primavera, con una crescita vegetativa rapida e rigogliosa. Di conseguenza, non solo la forma geometrica ottenuta con la potatura verrà rapidamente persa, ma la siepe diventerà anche più suscettibile all’oidio (o mal bianco), un fungo che attacca i tessuti vegetali in fase di crescita.

Quindi, qual è il momento ideale per potare la siepe di lauroceraso? Il momento migliore è alla fine della primavera o all’inizio dell’estate, tra la fine di maggio e giugno, successivamente alla fioritura. Durante questa fase, la pianta reagisce alla potatura con una crescita vegetativa più controllata e ridotta, mantenendo così la forma desiderata per un periodo più lungo dopo la potatura.

Come potare il lauroceraso

Il lauroceraso è una delle piante da siepe più apprezzate, grazie alla sua rapida crescita e alla capacità di formare un denso muro verde. È fondamentale potare regolarmente con gli strumenti giusti per mantenere la sua forma e salute. Nonostante il nome simile, è importante non confondere il lauroceraso (Prunus laurocerasus) con l’alloro (laurus nobilis), poiché sono due piante diverse che richiedono cure diverse.

Per potare correttamente il lauroceraso, è essenziale sapere quando potare siepe lauro e quando tagliare la siepe di lauro. I momenti ideali per la potatura sono alla fine dell’inverno (marzo) e alla fine della primavera (maggio-giugno). Durante la fioritura in primavera, è meglio evitare la potatura, così come nei mesi più freddi o caldi.

Per mantenere la siepe in forma, è consigliato potare lauro almeno una volta all’anno, anche se alcuni giardinieri optano per due tagli annuali. Gli attrezzi da utilizzare variano dalle cesoie manuali ai tagliasiepi elettrici o a batteria, ideali per siepi vicine alle abitazioni o per chi cerca una soluzione silenziosa. Per siepi più grandi o in terreni difficili, i tagliasiepi con asta sono la scelta migliore.

Quando si tratta della potatura effettiva, inizia dai lati della siepe, usando movimenti ad arco con il tagliasiepi. Dopo aver curato i lati, passa alla parte superiore, cercando di mantenere la lama del tagliasiepi il più possibile orizzontale.

Un suggerimento utile è dare alla siepe una forma leggermente trapezoidale, in modo che la parte inferiore riceva più luce, promuovendo una crescita uniforme su tutta la superficie. Ricorda, quando potare il lauro, “meno è meglio”: rimuovi solo i rami necessari e mantieni la siepe densa e in forma.

La potatura del lauroceraso è essenziale per mantenere la siepe in buone condizioni e per garantire una crescita uniforme. Ecco come procedere:

  1. Inizia dalla potatura laterale: Prima di tutto, concentra la tua attenzione sui lati della siepe.
    • Se il tuo tagliasiepi è dotato di una doppia lama, come i modelli HC 750 E, HCi 45 o BC 241 HL, muovi l’attrezzo in movimenti ad arco, alternando dal basso all’alto e viceversa. Questo ti permetterà di sfruttare entrambi i lati della lama.
    • Se, invece, il tuo tagliasiepi ha una lama singola, procedi sempre con un movimento dal basso verso l’alto.
  2. Potatura della parte superiore: Una volta terminata la potatura laterale, passa alla parte superiore della siepe.
    • Inclina il tagliasiepi di un angolo compreso tra 5° e 10° rispetto a un piano orizzontale. Questo ti aiuterà a ottenere un taglio preciso e uniforme.
    • Se desideri una guida visiva per assicurarti di potare alla giusta altezza, pianta dei paletti lungo la siepe e collegali con uno spago. Questo ti fornirà un riferimento chiaro su dove effettuare il taglio.
  3. Suggerimento per una siepe folta: Per garantire che la tua siepe rimanga densa e folta dalla base alla cima, pota in modo che la parte inferiore sia leggermente più larga rispetto alla parte superiore. Questa forma trapezoidale assicura che ogni parte della siepe riceva una quantità adeguata di luce, promuovendo una crescita uniforme su tutta la sua altezza.

Ricorda che una potatura regolare e accurata non solo migliora l’aspetto della tua siepe, ma ne promuove anche una crescita sana e vigorosa.

COME RIDURRE UNA SIEPE DI LAURO

Ridurre una siepe di lauro significa intervenire per diminuire la sua altezza o larghezza, un’operazione che può diventare necessaria quando la vegetazione ha raggiunto dimensioni eccessive o si desidera rinnovare l’aspetto del giardino. Ecco come procedere:

  1. Valutazione iniziale: Prima di iniziare, è fondamentale valutare lo stato attuale della siepe. Determina quanto desideri ridurla, sia in altezza che in larghezza. Questa fase preliminare ti aiuterà a pianificare il lavoro evitando tagli eccessivi.
  2. Strumenti adeguati: La potatura di riduzione può richiedere attrezzi robusti come troncarami, seghetti da potatura o motoseghe, oltre al tradizionale tagliasiepi.
  3. Inizia dalla cima: Se l’obiettivo è ridurre l’altezza, inizia dal vertice e procedi verso il basso. Questo metodo consente un controllo maggiore e previene tagli troppo drastici.
  4. Riduzione laterale: Per restringere la larghezza, inizia dai lati. Taglia i rami sporgenti mantenendo una forma armoniosa.
  5. Tagli graduati: Evita interventi troppo drastici in una sola sessione. Potrebbe essere utile procedere in più fasi, dando alla pianta il tempo di recuperare tra un taglio e l’altro.
  6. Cura post-potatura: Dopo la potatura, è essenziale fornire alla pianta le cure necessarie, come annaffiature regolari e l’uso di fertilizzanti specifici.
  7. Monitoraggio: Nei mesi successivi, osserva la crescita della siepe. Potrebbero essere necessari ulteriori interventi per ottenere la forma desiderata.

Se la siepe di lauro è cresciuta eccessivamente, la potatura di riduzione mira ad abbassarla o restringerla. Potare rami lignificati comporta tagli di diametro considerevole, che possono richiedere l’uso di seghetti o motoseghe. Questi tagli possono creare vuoti nella vegetazione. Con il tempo, i rami del lauroceraso lignificano e la parte verde si sposta all’esterno. Se si eliminano i rami verdi, la siepe può apparire spoglia. Ridurre la larghezza del lauroceraso richiede un approccio graduale per evitare problemi estetici. Con potature leggere e frequenti, si stimola la pianta a produrre nuove foglie, riducendo gradualmente le dimensioni.

COSA SUCCEDE SE IL LAURO NON VIENE POTATO?

Il lauroceraso è una pianta che, se non controllata, può crescere rapidamente e raggiungere dimensioni considerevoli. Se si omette la potatura per diversi anni, il lauro può svilupparsi in modo eccessivo, arrivando a raggiungere anche i 12 metri di altezza in natura.

La mancata potatura non solo porta a una crescita incontrollata, ma può anche rendere difficile riportare la pianta alla dimensione desiderata in futuro. Ridurre una siepe di lauro che è cresciuta troppo può essere un compito arduo. Questo perché potrebbe essere necessario effettuare tagli su rami di grosso diametro, che possono lasciare spazi vuoti nella siepe, compromettendo l’aspetto estetico.

Inoltre, dopo una potatura intensiva, ci si ritroverà con una grande quantità di ramaglie da smaltire. Questo può rappresentare un ulteriore impegno in termini di tempo e risorse. Pertanto, è sempre consigliabile mantenere una routine regolare di potatura per garantire che la siepe di lauro rimanga sana, ben formata e gestibile.

Lascia un commento